Connect with us

ilFaro News

cultura

11 Novembre, per San Martino ogni mosto diventa vino

Arriva Novembre e con lui l’inizio della stagione fredda, da qui parte una serie di ricorrenze prima del nostro Santo Natale l’ 11 novembre infatti si festeggia San Martino e, come tradizione, si assaggia il vino nuovo. In Sicilia è tempo di desgustare vini e dolci tipici. e a questo periodo si ricordano tanti detti popolari come il più conosciuto: Pi San Martinu ogni […]

L’articolo 11 Novembre, per San Martino ogni mosto diventa vino sembra essere il primo su Castelvetrano Selinunte // News Blog.

L'ARTICOLO ORIGINALE PROVIENE DA QUESTO INDIRIZZO

Arriva Novembre e con lui l’inizio della stagione fredda, da qui parte una serie di ricorrenze prima del nostro Santo Natale l’ 11 novembre infatti si festeggia San Martino e, come tradizione, si assaggia il vino nuovo.
In Sicilia è tempo di desgustare vini e dolci tipici. e a questo periodo si ricordano tanti detti popolari come il più conosciuto: Pi San Martinu ogni mustu diventa vinu.
La ricorrenza che celebra il vescovo di Tours, noto come San Martino, la sua umiltà e la sua carità che hanno dato vita ad alcune leggende è una delle quali è legata la cosiddetta estate di San Martino, la quale si manifesta, in senso meteorologico, all’inizio di novembre e dà luogo ad alcune tradizionali feste popolari.
La leggenda narra che Martino, figlio di un ufficiale dell’esercito romano, a causa di un’ordinanza dell’epoca divenne anch’egli soldato romano e trovandosi, in una grigia giornata d’autunno, alle porte della città di Amiens con i suoi soldati incontrò un mendicante seminudo. D’impulso tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante. Miracolosamente il freddo si affievolì e comparve il sole: fu quella la prima estate di San Martino.
La festa di San Martino in Sicilia è l’occasione giusta per gustare le classiche caldarroste e il buon vino novello, ma anche i dolci tipici di questa ricorrenza, gli Sfinci.
Di seguito il procedimento per la relaizzazione di questo dolce tipico della tradizione popolare:

Lessare e schiacciate 450gr patate con l’apposito utensile. Aggiungere 1Kg di farina, mezzo cubetto di lievito di birra sciolto in acqua tiepida ed un cucchiaino di zucchero.

Impastare in maniera energica, ed aggiungere acqua se necessario, fino ad ottenere un impasto liscio, morbido e gonfio. Aggiungere un pizzico di sale quindi coprire la ciotola con un panno umido e quindi con un coperta. Lasciare lievitare finché non raddoppia di volume, minimo 3 ore.

Immergere le palline dell’impasto in abbondante olio di arachidi. Cospargere le sfince con tanto zucchero ed un pizzico di cannella.

L’articolo 11 Novembre, per San Martino ogni mosto diventa vino sembra essere il primo su Castelvetrano Selinunte // News Blog.

Commenti

Continue Reading

More in cultura

To Top